Associazione - gruppoartistidellasaccisica

Vai ai contenuti

Menu principale:

Associazione

 
GRUPPO ARTISTI DELLA SACCISICA                                               
 
La storia di un Gruppo veramente originale
 
 
Sezione Arti visive
 
 
Sono passati più di 30 anni da quando, nel lontano 1984, dopo una decina d’anni di stretta collaborazione informale, sette artisti del territorio della Saccisica (Stefano Baschierato, Argentino Della Regina, Alberto Fabris, Giuseppe Lotto, Umberto Marinello, Luciano Schiavon e Adriano Stramazzo) hanno deciso di darsi una forma associativa stabile dando vita al Gruppo Artisti della Saccisica.
Da subito i sette soci fondatori hanno fatto una scelta importante: il loro non sarebbe stato un sodalizio chiuso, ma aperto e hanno invitato gli artisti del Piovese ad aderire al Gruppo. Contemporaneamente sono arrivate richieste di adesione da artisti residenti in varie parti del Veneto e il direttivo del Gruppo, nella convinzione che fosse assurdo imporre dei limiti territoriali all’arte, ha deciso di aprire anche ad essi.
Si è così arrivati alla prima Biennale Arte della Saccisica del 1985 con 25 espositori.
Pochi mesi prima, in un grave incidente stradale, avevano perso la vita due giovani, Lucia e Paola Molin, e il Gruppo, in quella prima Biennale, ha voluto riservare ad esse una sezione nella mostra esponendo le loro opere. Nell’anno successivo, su un’idea di Giuseppe Lotto, il Gruppo ha istituito il Premio Paola e Lucia Molin, affidandone la cura al critico d’arte Giorgio Segato di Padova. Segato, gestendo quel Premio, ha portato a Piove di Sacco artiste di livello internazionale che hanno dato credibilità e lustro alla nostra associazione.
Dal 1985 è iniziata un’attività intensa con mostre, conferenze, dibattiti, pubblicazioni e con l’organizzazione di scambi culturali con realtà di altri territori, in Italia e all’estero.
Questa attività è stata possibile non solo grazie all’impegno costante e disinteressato dei membri del direttivo, ma anche grazie alla collaborazione ed al sostegno dell’Amministrazione Comunale di Piove di Sacco, della Pro Loco e della Provincia di Padova.
Gli inizi sono sempre difficili, ma il Gruppo ha trovato terreno fertile: Bruno Luciano Sanavia, prima come sindaco e poi come assessore alla Cultura del Comune di Piove di Sacco, ha appoggiato da subito le nostre iniziative, unitamente a Giacomo Chinello, presidente della Pro Loco, persona molto sensibile e amante dell’arte, che ha instaurato col nostro Gruppo un rapporto di stretta e duratura collaborazione, proseguita poi con Lorenzo Girardi e Ginetta Cecconello che gli sono succeduti.
Per operare c’è però bisogno di fondi e il Gruppo ha trovato nell’allora Cassa Rurale e Artigiana di Piove di Sacco (ora Banca di Credito Cooperativo) un sostegno senza il quale sarebbe stato impossibile realizzare molte delle nostre iniziative.
L’allora direttore della Cassa Rurale, Adriano Martini, ci assicurò un sostegno annuale costante che ancora oggi continua grazie soprattutto alla sensibilità dell’attuale presidente Leonardo Toson.
Sulla scia della credibilità acquisita grazie appunto a queste collaborazioni ed al livello delle manifestazioni da noi promosse, abbiamo goduto anche di apporti di parecchi sponsor privati, cosicché le nostre iniziative hanno potuto continuare nel tempo senza grossi problemi.
Palazzo Gradenigo, la più bella Villa di Piove di Sacco, è stato le sede delle prime esposizioni per concessione di Guido Milani che ne era il custode e gestore. Successivamente Luciano Sanavia ha creato il Centro Piovese d’Arte e Cultura che è diventato la sede naturale di tutte le nostre attività.

 
Sezione Letteraria
 
 
Nel 1989, poiché abbiamo scoperto che alcuni artisti si esprimevano anche con la parola, abbiamo costituito la  Sezione Letteraria del Gruppo che contava cinque o sei elementi. La prima pubblicazione, un quadernetto di una ventina di pagine, è del 1990. Già nell’anno successivo il Quaderno ha cambiato volto assumendo le dimensioni attuali con un numero doppio di poeti, con una sessantina di pagine. Da allora la Sezione si è arricchita di anno in anno per stabilizzarsi intorno ai 25 elementi provenienti da varie parti della provincia.
La Sezione si riunisce una volta al mese: sono incontri che un po’ alla volta sono diventati veri e propri laboratori di poesia e il Quaderno, che viene pubblicato nel periodo natalizio, è il frutto di tali incontri.

 
Attività principali
 
Da parecchi anni ormai il Gruppo conta, tra artisti e poeti, una cinquantina di soci con qualcuno che se ne va e altri che arrivano; gestisce in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura il Centro Piovese d’Arte e Cultura; organizza mostre e incontri letterari; promuove scambi culturali.
Alcune manifestazioni sono diventate un appuntamento fisso:
 
- Biennale Arte (quest’anno è la 16a edizione), che da molto tempo è resa itinerante nei Comuni della provincia e non, e con tappa finale a Padova;
 
- Premio biennale  Paola e Lucia Molin (15 edizioni fino ad oggi), che dopo la scomparsa di Giorgio Segato viene curato da Rossella Delaidini;
 
- Feste in Arte, una mostra che coinvolge tutti gli associati e che si svolge nel Periodo natalizio;
 
- Quaderno di Poesia, la cui presentazione avviene nel periodo natalizio (27° nel 2016)
 
- Scambio con gli Artisti Bavaresi, ad anni alterni nell’ambito del gemellaggio Piove di Sacco – Senden (Baviera).
 

Sono tanti gli artisti ed i poeti che sono transitati per il nostro Gruppo e molto numerosi quelli che hanno esposto in questa città. Il direttivo del Gruppo ha sempre cercato di garantire iniziative di qualità; di farsi promotore e ambasciatore di cultura; di dare un contributo al miglioramento della qualità della vita offrendo occasioni di acculturazione, di sensibilizzazione e di educazione al bello. Lo ha fatto creando momenti di incontro tra artisti, letterati e pubblico e continuerà a farlo nella convinzione che arte e poesia sono veicoli straordinari per l’arricchimento dei rapporti umani.


 
          Umberto Marinello
 


Torna ai contenuti | Torna al menu